Metz 58 AF1 “Zoom ERR”, una riparazione ora possibile

EDIT 20 Ottobre 2014:Grazie all’amico Christian che ha trovato una soluzione la riparazione è possibile, alla fine dell’articolo le spiegazioni e le foto.

Un giorno come tanti altri inserisco il mio Metz 58 sulla slitta della reflex, lo accendo e dopo una rumore strano il display indica “zoom ERR”, la motorizzazione della parabola non funziona più, provo a spegnere e riaccendere, resettare ma niente da fare l’errore persiste ed in effetti la parabola non vuole saperne di muoversi, senza perdere le speranze mi accingo alla riparazione.

Per raggiungere il meccanismo di movimento della parabola bisogna aprire la testa mobile,  la testa va messa a 90 gradi rispetto al corpo e le calotte laterali fatte scorrere indietro, verso il diplay per capirci, sono parecchio dure ed un cacciavite è un aiutante indispensabile.Tolte le calotte la testa di apre immediatamente rivelando la parabola con il tubo xeno , una parte della circuitazione ed  il meccanismo di movimento si trova sotto al diffusore grandangolare che deve essere rimosso (è a scatto).
Come da foto si vede che l’asse del motorino elettrico monta una vite senza fine che va ad agire su un ingranaggio (bianco) che fa da riduttore per trasmettere il moto alla cremagliera calettata sulla parte mobile che ospita la parabola. Il problema è proprio l’ingranaggio intermedio che ruota su di un perno ricavato dallo stampaggio della plastica, il perno, troppo piccolo (a mio avviso) per lo sforzo che deve subire si è rotto quindi l’ ingranaggio grippa fra la vite senza fine e la cremagliera, Incollare il perno è cosa impossibile, è ricavato dalla fusione ed il diametro è di 2,5mm, ho pensato quindi si sostituirlo con uno metallico ricavando un foro sulla base sottostante in modo da dare un minimo di corpo alla struttura, tenendolo in sede con una goccia di colla. In teoria la cosa avrebbe dovuto funzionare ma ci sono dei problemi: la base ha spessore di circa un millimetro, troppo poco per fornire un adeguato sostegno meccanico, la parete opposta al perno è la guida dove scorre la parabola quindi il perno non deve sporgere. La riparazione ha durato il tempo di portare  la parabola due volte avanti ed indietro poi il sistema ha ceduto, era prevedibile. Che fare ? la parte eletronica funziona alla perfezione, rottamare un così bel dispositivo solo per questo è un peccato. Ho deciso di “motorizzare”manualmente la parabola, ho rimosso il riduttore intermedio rendendo libero il carrello che ospita la parabola, un foro sulla lente frontale ed una vite M3 da 40mm collegata al carrello mi permettono di muovere la parabola dall’ esterno. La soluzione non è comoda ma funziona, è chiaro che quando il flash decide di muovere in modo autonomo la parabola esce l’indicazione di errore, una cosa da tenere in considerazione è che l’ elettronica quando lavora in TTL se non determina la posizione della parabola non è in grado di esporre correttamente il soggetto, alla luce di questi fatto il flash è inusabile per l’uso in macchina in TTL, altra cosa per quanto riguarda  l’impostazione manuale, magari usando  un ottica fissa, la mia scelta è stata di relegarlo a secondo flash per uso remoto, con trigger radio oppure CLS (nikon), qui la parabola “a mano” non è un problema anzi permette di regolare lo zoom molto velocemente senza dover passare per i macchinosi menu. In conclusione ho salvato una macchina comunque valida dalla rottamazione, reinventandola per un secondo scopo ma adesso devo pensare ad acquistare un nuovo flash da usare in camera….

La riparazione proposta da Christian:

dopo 4 giorni di pensieri e notti insonni sono ruscito a riparare il flash in oggetto. il materiale necessario:
– una pinza molto robusta, dimensioni medio piccole
– punta da 1.5mm
– punta da 2mm
– mola a disco
– una morsa
– cotton fioc e alcool
– grasso sintetico
– un avvitatore
aprite il flash fino a che non vi trovate l’ingranaggio libero. pulite le superfici con alcool e c.fioc. ora tagliate, con la mola servendovi della morsa, la parte inferiore della punta da 2mm (quella completamente cilindrica per capirsi) ad una lunghezza di 7mm. ora con la punta da 1.5 iniziate a fare un foro il più ortogonale possibile alla superficie nel punto di rottura dell’ex perno dell’ingranaggio RIGOROSAMENTE A MANO ruotando la punta tra indice e pollice. questo per iniziare il foro nel punto preciso. una volta fatto una sede da 0.5-0.8mm montate la punta da 1.5 sull’avvitatore e completate il foro, rendendolo passante. ora la fase più delicata. con la punta da 1.5 cercate di allargare il foro fino ad arrivare ad un diametro che possa affrire un accoppiamento con buona interferenza con il vostro spezzoncino Ø2 da 7mm precedentemente tagliato. un consiglio, fate più passate molto delicate piuttosto che rischiare di allargare troppo il foro. l’inserimento dovrà avvenire con la massima delicatezza per evitare che vi scivoli la pinza e quindi rompere tutto. la direzione di montaggio dovrò avvenire dal basso verso l’ingranaggio. una volta assemblato, lubrificate il perno e le superfici dove l’ingranaggio andrà a ruotare, cromagliera compresa e riassemblate il tutto. ah dimenticavo, una volta ultimato la foratura, soffiate i residui perchè potrebbero interferire con i movimenti degli ingranaggi, motorino ecc. altro consiglio utile isolate i contatti elettrici con nastro nero da elettricista perchè l’ustione sulla mano non è piacevole 🙂

IMG-20141006-WA0001 IMG-20141011-WA0007 IMG-20141011-WA0015 IMG-20141012-WA0000

6 pensieri su “Metz 58 AF1 “Zoom ERR”, una riparazione ora possibile

  1. forse utilizzarla per lavoro in studio. Io la dedicherei al tavolo dove ho la lightbox per lo still life. In pratica la regoli una volta sola e piccoli errori non creano ripercussioni. Giusto per non doverlo gettare via.

  2. per il lavoro in studio che fra le altre cose non ho uso i bowens gemini con travelpack, generalmente scatto in esterni e si rivelano essere una soluzione valida, in effetti l’uso da te consigliato può essere una valida alternativa.

  3. Ciao,
    ho visto il tuo lavoro. Avrei bisogno di chiarimenti per lo stesso problema.
    Non capisco come far scorrere indietro le calotte laterali quando sono bloccate dal pulsante grigio. Intendi forse le calotte superiore e posteriore. Ho provato a inserire cacciavite nelle due fessure laterali del diffusore trasparente ma non succede niente. Potresti essere più chiaro sul da farsi?
    Grazie

    • Ciao, per aprire la testa del flash lo devi piegare a 90 gradi, le calotte laterali della testa scorrono indietro rispetto alla testa stessa, prima devi togliere pero’ il pezzo di plastica rotondo sul lato opposto al tasto grigio di sblocco , se non ricordo male è a pressione oppure incollato. Tolto il tondo ti aiuti con un cacciavite e fai scorrere la plastica indietro, verso il display per capirci, sul lato opposto fai la stessa cosa ma il tasto che comanda il blocco della parabola non si toglie, lo devi premere e far scorrere la calotta sempre nella stessa direzione della precedente. Tolte le calotte lo smontaggio è semplice, ti ricordo di lasciare il flash spento e senza batterie per qualche ora prima di metterci dentro le mani, il condensatore potrebbe essere carico e la tensione si aggira attorno ai 400Vcc, le calotte sono comunque parecchio dure da far scorrere.

  4. Buongiorno a te, perdonami ma non riesco ad arretrare le calotte,
    Si devono sbloccare inserendo qualche spessore dal lato diffusore? Grazie

    • ciao, è passato parecchio tempo da quando lo ho aperto e devo dire che non ho neanche più il flash, da quello che ricordo bisogna prima togliere il tasto grigio per lo sblocco del movimento, le calotte dovrebbero scorrere in avanti, verso il vetro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *